Tutti i sostenitori del Festival

Ogni evento culturale ha bisogno di una rete di relazioni importanti, basate su fiducia e supporto, ma soprattutto sulla condivisione di un’idea. Per noi è quasi un sogno che si realizza!

La prima edizione del Festival della Divulgazione è stato possibile grazie ad una fortissima volontà di appassionati, ricercatori, artisti ma anche e soprattutto di Istituzioni, Partner, Sponsor e piccole realtà che hanno deciso di sostenerci.

Per raccontarveli abbiamo deciso di chieder loro: perché? Venendo al Festival potrete incontrarli tutti e conoscere la nostra rete di sostenitori con cui abbiamo costruito qualcosa di grande insieme.

 

Università degli Studi della Basilicata

L’università degli Studi della Basilicata ospita e sostiene il Festival della Divulgazione riconoscendo il merito dell’iniziativa e condividendo la volontà di promuovere cultura e conoscenza. Valorizzare il territorio e le sue risorse intellettuali è l’obiettivo comune su cui lavorare per il futuro.

Cecilia

Sosteniamo il Festival della Divulgazione perché Charles Mingus ripeteva che “rendere complicato ciò che è semplice è cosa banale; trasformare ciò che è complicato in qualcosa di semplice, incredibilmente semplice: questa è creatività”. 

Asciugare la forma per far emergere il contenuto, modellare il linguaggio sull’interlocutore sono esercizi più complessi di quanto generalmente si pensi perché non si risolvono con la necessaria padronanza dei concetti. Sì, la linfa della creatività è la conoscenza, più che il talento. Imparare a raccontare la conoscenza è il modo migliore per trasmetterla e per generare così nuove idee, che è tra i motivi di esistenza del Cecilia. Accogliamo pertanto con entusiasmo la sfida del festival.

BCC- Laurenzana

Il Festival della divulgazione sarà un importante momento di confronto e di crescita per questo territorio. La Banca di credito cooperativo di Laurenzana e Nova Siri ha scelto di esserci perché sostiene il territorio e promuove le sue eccellenze. E lo fa con un fondo etico che proviene dagli utili che i risparmiatori del territorio le hanno affidato. Per questo le Bcc sono state definite "banche con l'anima". Ci siamo. Siamo lucani da sempre.

Netbridge

NetBridge è una società che si occupa di trasferimento tecnologico, di collegare il mondo della ricerca alle imprese, all'innovazione, alla società. Elemento complementare per questa attività​ di carattere economico ed imprenditoriale è la sensibilità della gente e dei ricercatori verso il tema della conoscenza e della divulgazione. Per questo abbiamo deciso di sostenere il Festival, perché quanto più la conoscenza riesce a coinvolgere la gente e le istituzioni, tanto più il nostro Paese potrà progredire anche da un punto di vista economico e di sviluppo del capitale umano.

Fondazione Enrico Mattei

In linea con la Mission, abbiamo deciso di sostenere il Festival della Divulgazione perché divulgare la scienza è il primo passo per la costruzione di una coscienza collettiva orientata allo sviluppo sostenibile.

Matera 2019

Sosteniamo il Festival della Divulgazione perché rendere accessibile la cultura a tutti è uno degli obiettivi principali di Matera 2019. Come altro si può tradurre questo intento se non con il verbo “divulgare”?

Calia Italia

Sosteniamo questo progetto perché da sempre vicini al mondo della cultura e perché per noi è importante contribuire a rendere lo spazio Festival accogliente a pubblici sempre nuovi.

L’albero – Tutti i rami della creatività

L’Albero è fatto di rami artistici e formativi che ben si rispecchiano negli incontri pensati dal Festival della Divulgazione. Abbiamo deciso di sostenere questo progetto e ci impegneremo per farlo crescere perché il teatro resta uno dei linguaggi più efficaci e potenti per scambiare conoscenza.

Teatri Uniti di Basilicata

Abbiamo deciso di sostenere il Festival perché crediamo che conoscenza è coscienza. E la coscienza è la principale leva della conoscenza.

Vulcanica – Associazione Culturale

Vulcanica sostiene il Festival della Divulgazione perché significa comunicare una emozione e una esigenza profonda di esprimere sensazioni e passioni. Per trasmettere il valore importante della cultura e del sapere, per far arrivare a tutti anche un prodotto difficile da comprendere. Per infondere curiosità.

Materahub

Sosteniamo il Festival della Divulgazione perché siamo convinti che le persone hanno fortemente bisogno di nuovi stimoli, di nuove conoscenze, per accendere il loro motore creativo, per esplorare nuove strade e nuovi modelli culturali. Ci sta a cuore il tema della divulgazione applicato al mondo del lavoro. Materahub aiuta tantissimi giovani lucani e del Sud Italia a vivere esperienze di lavoro all’estero, a cercare in Europa imprenditori e mentori grazie a programmi come l’Erasmus per Giovani Imprenditori. Molte giovani menti hanno la possibilità di crearsi un lavoro nel loro territorio, ma possono farlo solo esplorando soluzioni alternative, approfondendo le loro conoscenze e accrescendo le loro abilità per divenire sempre più resilienti. Serve mettere in moto la voglia di scoprire ed esplorare, l’ambizione, il coraggio, la creatività e, soprattutto, la fiducia in Se stessi. Negli ultimi anni sono nate moltissime nuove professioni e tante altre ne nasceranno nei prossimi decenni. Non ci sono schemi preconfezionati, il mondo offre tantissime opportunità facilmente accessibili. Crediamo che divulgare la conoscenza significhi regalare a chiunque delle chiavi, con le quali poter aprire porte ancora chiuse ed esplorare percorsi e contesti ancora vergini. 

Namias

Siamo i primi a credere nella condivisione del sapere e sulla facilità di accesso e comprensione, per questo abbiamo deciso di sostenere il Festival della Divulgazione.

Perché internet è il nostro ossigeno, il sapere accessibile e condiviso è la nostra luce. Lavoriamo per la digitalizzazione del patrimonio culturale e artistico affinché  le bellezze del nostro Paese non restino prigioniere dei luoghi fisici e possano essere fruite in maniera innovativa e interattiva.Noi ci crediamo: quando i bambini sapranno raccontare alle nonne la teoria delle stringhe vorrà dire che il festival della divulgazione sarà arrivato alla seconda edizione.

Syskrarck

Sosteniamo il Festival della Divulgazione perché crediamo nella condivisione dei saperi, delle conoscenze, dei metodi e degli strumenti. Perché l'unico modo per rendere il mondo il luogo migliore è collaborare e credere in obiettivi comuni. Il Festival della Divulgazione è l'occasione perfetta per imparare dalle esperienze degli altri e per divulgare le proprie.

Boom

Condividiamo con Liberascienza e con il Festival della Divulgazione la ricerca della qualità, l'amore per un'offerta formativa, didattica o anche solo di fruizione che sia valida, che realmente arricchisca e segni chi vi assiste. Perché ci piacciono le sfide: chi le affronta, chi le propone e chi le porta in Basilicata. Perché anche Boom! con la sua offerta di corsi ad indirizzo musicale e artistico e con le certificazioni Trinity College London lavora sul territorio per renderlo migliore, per costruirci sopra e aprire un orizzonte che sembra sempre inarrivabile. Perché ogni settimana, di lunedì, abbiamo ospitato i ragazzi di Liberascienza nella nostra Aula Rossa e abbiamo assistito letteralmente alla nascita di questo Festival, e il loro entusiasmo si è diffuso nelle nostre stanze, si è confuso al nostro. Perché bisogna fare rete: è importante e ci piace. E anche perché per la seconda edizione del Festival ci aspettiamo un evento divulgativo sulla musica. Magari da realizzare insieme.

Bakery & Books

Sosteniamo il festival della Divulgazione perché  è la ricetta perfetta per stuzzicare le menti!

 

Grazie da tutto il #fdd2016


Main Partner:

Università degli Studi della Basilicata

Sponsor:

Fondazione Farbas

Sponsor tecnico:

Namias