Liberascienza

Liberascienza è un’organizzazione nata nel 2010 da un gruppo di professionisti e ricercatori provenienti da background culturali distanti e differenti.
L’esigenza comune? Raccontare il progresso culturale dell’essere umano nel suo complesso e l’impatto sociale ed economico di questa attività, rendendo maggiormente fruibile il pensiero, la cultura e la conoscenza generata dagli studiosi di ogni campo del sapere.
In questi anni, Liberascienza si è proposta di esplorare la zona di confine tra cultura umanistica e scientifica creando dei momenti di scambio culturale, riflettendo sul ruolo della scienza per contribuire al miglioramento dei rapporti tra essa e la società in cui viviamo, evidenziando i collegamenti tra scienza, musica e arte. La pratica della Divulgazione deriva dal considerare il sapere l’unica forma di ricchezza che si moltiplica solo se condivisa.
Perché attraverso la conoscenza le comunità sono maggiormente consapevoli di scegliere e partecipare, perché l’educazione e la divulgazione della cultura devono sempre più essere riconosciuti quali valori fondamentali della nostra società.
Perché il futuro si riesce ad immaginare solo a partire dalla conoscenza.

Liberascienza

Il team

Pierluigi Argoneto

Pierluigi
Argoneto

Ingegnere meccanico, poi PhD in ingegneria gestionale. Dopo un trascorso da ricercatore precario, lavoro come consulente per Università e PA su innovazione, ricerca e trasferimento tecnologico. Appassionato di libri, cartoleria, inchiostri e lettura, ritengo Woody Allen uno dei più significativi filosofi del ‘900. Amante delle attività poco raccomandabili con obiettivi palesemente fuori portata, ho fondato e presiedo Liberascienza con l’obiettivo di rendere l’Italia un Paese migliore: un luogo in cui, tanto per cominciare, trasmissioni come Voyager o La strada dei miracoli vengano unanimemente riconosciute come programmi di cabaret.

Vania Cauzillo

Vania
Cauzillo

Regista, mi divido tra teatro e documentari. Formazione umanistica, melomane, mi sono specializzata in educazione non formale. Ho fondato Liberascienza perché ho pensato che c’era qualcosa di più interessante da raccontare delle mie turbe psico-emotive. E così, metto in scena e su pellicola la scienza – finalmente – per comprenderla. Questo mi fa sentire sollevata, considerando quanto male sono sempre andata in matematica. Ecco, vorrei dirlo: non era colpa mia!

Mara Salvatore

Mara
Salvatore

Ingegnere Edile-Architetto, specializzata in progettazione sostenibile e composizione architettonica. La grafica per discendenza, la scrittura per ambizione. Series addicted, sensibile al catvertising. Penso che Liberascienza avrebbe sollevato Zeno Cosini da uno dei suoi dilemmi (e dei miei): vivere una cultura unica, in cui nessuna scelta è rinuncia. Liberascienza mi prende al punto da trascurare attività consuete, come l’avvallamento del letto e lo svuotamento del frigo. E non è poco.

Beatrice Giuzio

Beatrice
Giuzio

Ingegnere Edile-Architetto e lurker. Brevi tirocini nel mondo della ricerca, tra Madrid e Rethymno, oggi, con i piedi in Basilicata e la testa tra le nuvole, mi alterno tra il mondo dell'ingegneria e quello dei social network, nell'attesa di capire cosa fare da grande. Curiosa, sognatrice, rompiscatole. Bionda. Affascinata dalla combinazione di approcci scientifici ed umanistici di Liberascienza, ho finito per farmi adottare. Oggi la racconto in 140 caratteri. E non solo.

Valentina Tramutola

Valentina
Tramutola

Laureata in Comunicazione e Formazione, content editor e scrittore seriale, mi occupo di drammaturgia teatrale e formazione. Ho immaginato di: dirigere cori, andare in missione con Croce Rossa, imparare a cantare (e insegnarlo), lavorare in libreria, lavorare con i treni e di concedermi i mari del Sud. E posso dire: check check chek! Ero lì quando Liberascienza cominciò a prendere forma, e ne sono fiera. Liberascienza è il posto che mi mette alla prova e mi fa dire: non ci avevo pensato.

Valeria Giampaolo

Valeria
Giampaolo

Assegnista di ricerca del CNR, mi occupo di geofisica applicata all’ambiente e alle risorse energetiche, come petrolio e geotermia. Il martedì sera aspiro a diventare attrice di teatro. Legata alle rocce della montagna ma, come Ulisse, sono attratta dal richiamo del mare. Incontrai Liberascienza in un freddo inverno lucano, e amore fu. Esplorare nuove connessioni del sapere e usare i “più improbabili” meccanismi di divulgazione dà nuove prospettive anche al mio lavoro da ricercatrice.

Fiorella Fiore

Fiorella
Fiore

Storico dell’arte, mi occupo di curatela e critica. Lavoro sulle dinamiche artistiche della Basilicata, ma guardando a ciò che succede intorno. Da circa 4 anni sono impegnata a riscoprire il mondo attraverso gli occhi di mio figlio. Nel tempo libero mi trasformo in una series addicted. Quando si presentò l’occasione di fondare Liberascienza per discutere del rapporto -distorto- che esiste tra cultura e società, ho pensato fosse un’idea folle e geniale. Il tempo mi ha dato ragione.

Carmen Salvatore

Carmen
Salvatore

Laureata in Lettere Classiche. Insegnante di scuola superiore ma archeologa per vocazione. Pizza, politica, turismo culturale, anche in ordine alfabetico. Aspirante tennista, ho optato per la ginnastica mentale. Esperta nel complicarmi la vita fin da quando decisi, volutamente, di frequentare il Liceo Scientifico per poi iscrivermi a Lettere Classiche. Col tempo ho capito che gli opposti sono facce di una stessa medaglia. Quando ho incontrato Liberascienza, ho risolto il mio enigma.

The Basement

La prima volta che li abbiamo incontrati eravamo veramente in un seminterrato. Lì volontariamente si sono chiusi con noi per un giorno intero a pensare e progettare un Festival della Divulgazione. Usciti dal seminterrato, ci siamo rivisti in posti più arieggiati, ma quell’aria da album figo dei Radiohead ce la siamo voluta tenere. Sono ricercatori, studenti, lavoratori, appassionati.

Ecco tutti quelli che stanno collaborando con noi a costruire Liberascienza e il suo Festival:
Aurelio Abbruzzese | Federico Amato | Gloria Basanisi | Maria Grazia Blasi | Angela Brindisi | Giuditta Casale | Mariangela Corona | Giuseppe Fedele | Paolo Fedele | Giuliano Liuzzi | Donato Lorusso |​ Lucia Marotta | Rocchina Mecca | Alessandra Miraglia | Rocco Padalino |​ Federica Sabia | Lorenza Tosi.

Inoltre hanno deciso di contribuire:
Assunta Arte | Gabriella Bernardi​ | Alessia Colaianni | Patrizia Maiera | Angela Pino | Giuliana Rotondi.

Vuoi unirti a noi? Diventa un volontario del festival!